"Se non ritornerete come bambini non entrerete mai" (Mt 18,3)

 

 

In particolari occasioni  questo versetto del Vangelo ha risuonato dentro  la mia mente ed il mio cuore come un fulmine a ciel sereno.

Ho potuto personalmente constatare quanto veramente può essere grande la catechesi che innocentemente può fare un bambino, molto più profonda di mille discorsi di adulti "esperti".

E' proprio così, Cosimo, dalla piccola esperienza della sua tenera età, con una semplice frase è riuscito a farmi riflettere in momenti particolarmente difficili, è stato capace di far focalizzare i miei pensieri sui valori fondamentali dell'esistenza di un cristiano.

Vi spiego: ha incartato per gioco, come se stesse facendomi dei regali, alcuni oggetti, tra cui piccoli suoi giocattoli ed altre cose.

Ad un tratto, consegnandomi uno di essi, accenna al contenuto dicendomi: "è una cosa che tu ami tantissimo...".

Incuriosito apro il pacchettino e con mia grande commozione vi trovo dentro un piccolo Crocifisso che lui tiene appeso spesso come capezzale al suo lettino.

Che grande lezione che mi ha dato mio figlio! E' riuscito con un gesto, che per lui era un gioco, a fare tornare il mio sguardo sul vero obiettivo della vita.

Il Vangelo è sempre il Vangelo: " Se non ritornerete come bambini non entrerete mai ".

 

                                                                                Emanuele

 

 

 


 

Valore di un sorriso

 

Un sorriso non costa nulla ma vale molto.

 

Arricchisci chi lo riceve e chi lo dona.

Non dura che un istante, ma il suo ricordo è talora eterno.

 

Nessuno è così ricco da poterne fare a meno.

Nessuno è così povero da non poterlo dare.

 

In casa porta felicità, nella fatica infonde coraggio.

Un sorriso è un segno di amicizia.

 

Un bene che non si può comprare, ma solo donare.

Se voi incontrerete chi un sorriso non vi sa dare, datelo voi.

 

Perché nessuno ha bisogno di un sorriso come colui che non sa darlo ad altri.

 

(P. Faber)

 

torna alla pagina iniziale di meraviglie siracusane